mercoledì 13 aprile 2011

UN PIANO DI SVILUPPO LOCALE DA 11 MILIONI DI EURO

I bandi verranno presentati Giovedì 21 aprile 2011 a Caorle
UN PIANO DI SVILUPPO LOCALE DA 11 MILIONI DI EURO
Presidente VeGal Miollo: “Si apre una fase strategica per il futuro del nostro entroterra”

“6.000.000 di buone idee e opportunità per lo sviluppo del nostro territorio”. Con questi propositi Carlo Miollo, presidente dell’agenzia di sviluppo VeGAL, presenterà il Piano di Sviluppo Locale del Veneto Orientale in un appuntamento strategico che si svolgerà a Caorle giovedì 21 aprile 2011, alle ore 15, presso la sede del Centro Civico in piazza Vescovado. “La programmazione oggi sta entrando in una fase strategica per il nostro territorio di riferimento. La sfida è quella di concretizzare il potenziale della fruizione turistica di un’area ambientalmente e paesaggisticamente unica qual è il nostro entroterra rurale – spiega il presidente del VeGal – Per questo abbiamo voluto la presenza anche del Ministero, della Regione e della Provincia. Con un gioco di squadra per il territorio riusciremo a coordinare lo sviluppo del nostro territorio garantendo agli operatori degli strumenti coordinati e soprattutto tra loro in armonia”. Sono 15 le misure del Programma di Sviluppo locale (PSL) del Veneto orientale incluse quelle destinate allo sviluppo della cooperazione interterritoriale e transnazionale, che verranno lanciate al territorio con una quota di finanziamenti previsti pari a € 6.191.000,00 ed una spesa privata richiesta di circa € 4.991.000,00 per un totale di circa € 11.182.000,00 di interventi. I bandi che verranno presentati riguardano: lo sviluppo dell’attività agrituristica, di informazione e promozione agroalimentare, di formazione per gli operatori economici delle aree rurali, la tutela e la riqualificazione del patrimonio rurale, la realizzazione di nuovi itinerari turistici, la qualificazione del paesaggio rurale, degli investimenti forestali, lo sviluppo dell’ospitalità agrituristica e la creazione di fattorie didattiche polifunzionali. Il PSL prevede,Tra i beneficiari di tali contributi ci potranno essere Enti pubblici, i consorzi di tutela, le aziende agricole e agrituristiche, organismi di formazione, associazioni e consorzi di promozione turistica e altre categorie di soggetti privati.
“Nell’ultimo decennio, grazie all’azione combinata del Programma di Sviluppo Rurale, dei Fondi strutturali e dei programmi Leader II e Leader +, l’area ha fortemente rafforzato questa vocazione di turismo rurale nell’entroterra, nella duplice direzione di integrare l’offerta turistica balneare e, progressivamente, di costituire potenziale offerta turistica a sé – sottolinea il Presidente del VeGal, Carlo Miollo - Sono quindi aumentati in numero e qualità gli operatori agrituristici, nonché le sedi aziendali in particolare per il settore vinicolo, sono stati recuperati i principali centri storici collocati lungo il Lemene, sono stati realizzati itinerari ciclopedonali in particolare lungo i corsi d’acqua e si è avviato il recupero del patrimonio storico-architettonico. Si tratta ora di dar seguito all’azione intrapresa, rafforzando l’azione a sostegno dell’area con un’azione integrata volta a creare degli itinerari di turismo rurale in un ambiente di pregio per la visita e la valorizzazione dei prodotti della terra: questo rappresenta, in sintesi, il “tema centrale” del nostro PSL, da qui al 2015”.
Autorevoli gli interventi previsti alla presentazione del Piano di Sviluppo Locale del Veneto orientale (Giovedì 21 aprile 2011, ore 15.00, presso la Sede Centro Civico di Caorle
Piazza Vescovado, Caorle).

Nessun commento: