lunedì 7 novembre 2011

PAC, ROMANO: POSITIVO INIZIO DEL NEGOZIATO. SERVE UNA NORMATIVA PIÙ VICINA A PRODUTTORI E CONSUMATORI

“Ritengo positivo l’inizio di un negoziato che avrà un percorso molto lungo, che coinvolgerà il Parlamento ed il Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea per decidere il futuro della nostra agricoltura. Pensiamo che sugli aiuti diretti e sulla distribuzione delle risorse non potrà non essere considerata la specificità italiana ed anche su questo tema torneremo a confrontarci con il Parlamento, che riveste un ruolo imprescindibile nel negoziato. Gli agricoltori europei hanno bisogno di migliorare la propria competitività per affrontare con successo il mercato globale. In questa ottica dobbiamo avere più coraggio: sono necessarie misure più efficaci, soprattutto per tutelare la stabilità dei redditi. Occorre incentivare i produttori per concentrare l’offerta ed al tempo stesso è indispensabile migliorare il funzionamento della filiera agroalimentare. La Pac dovrà rispondere a tutte queste esigenze con una normativa più semplice, e quindi meno burocratica. La proposta attuale della Commissione, purtroppo, procede nella direzione opposta, delineando un sistema più complesso, lontano dalle esigenze delle aziende. Dobbiamo pertanto impegnarci per introdurre le necessarie modifiche al documento. Per questo lunedì prossimo, in occasione del Consiglio dei ministri europei, torneremo a ribadire la nostra posizione, che mira ad incoraggiare e a sostenere la produzione”.

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Saverio Romano, a seguito della riunione congiunta dei membri della Commissione agricoltura del Parlamento UE e del Consiglio dei Ministri dell’agricoltura, che si è tenuta oggi a Bruxelles.

Ministero POlitiche Agricole

Nessun commento: